Io mi vergogno di essere italiano

Non mi piace parlare di politica qui. Non mi piace in generale perchè va a finire sempre che mi incazzo. In questi giorni però sta montando in me una rabbia che è quasi folle per cui farò un’eccezione. Rifletto su ciò che si sente ormai dappertutto, sui giornali, in tv, anche un po’ su internet. Ormai siamo al punto in cui la pochezza di valori ed intellettuale di questo paese e della gente che lo popola è evidente. Ormai ci siamo trasformati in una massa di pecore belanti incapaci di capire che se non muoviamo noi, per primi, il culo non verremo mai fuori da questa situazione. Esemplifico: Non credo che ci sia una singola cosa in questo paese che funziona. Pago il bollo alla macchina e poi circolo su strade di merda, piene di buche, che me la distruggono la macchina. Pago il canone per mantenere un baraccone di leccaculi, così poi mi tocca pagare pure l’abbonamento a sky per vedere un po’ di tv decente. Pago le tasse e poi sento che le grandi opere in italia costano tre volte tanto rispetto al resto del mondo a causa della corruzione. Come imprenditore il mondo degli affari con la pubblica amministrazione mi è precluso perchè non sono amico di nessuno o non ho soldi da spendere in puttane per far contento qualche grasso politico lercio che non scoperebbe mai se non pagasse le donne. Vedo la scuola e la sanità pubbliche fatte a pezzi in nome di fantomatiche riforme che invece sono solo tagli per recuperare soldi da destinare ad ingrassare i maiali che ci governano. Apro i giornali e leggo del presidente del consiglio che ci prende tutti per il culo e offende la nostra intelligenza dicendoci che non ci saranno più  indagati ne condannati nelle liste del suo partito, così, come se non fosse il primo che dovesse andare a casa se davvero fosse come  lui dice. Sento discutere di argomenti che riguardano la vita e i diritti individuali come droga, aborto, fine vita e trattarli come reati se inerenti a persone qualunque salvo poi usare la scusa della privacy quando queste cose vengono fatte da politici. Come si può sopportare tutto questo? Come si fa a sentirsi italiani con tutto questo sotto il naso? Oggi, a pranzo, mi è capitato di ascoltare uno stronzo seduto ad un tavolo vicino al mio dire “Io non tifo inter perchè non ha giocatori italiani, l’unico è quel NEGRO che vorrebbero pure farmi credere che è italiano come me”. Stavo per sputargli in faccia, ovviamente non per ciò che riguarda l’inter ma perchè è un dovere morale sputare in faccia ad uno che dice una cosa così. Tutti quelli che erano nel ristorante avrebbero dovuto alzarsi e fare la fila per sputargli in faccia ma nessuno ha fatto una piega neanche io, nonostante l’espressione di disgusto che mi è salita naturale, ho dato il buon esempio. Oggi, per una volta ancora, ho capito perchè mi fa schifo essere italiano. Oggi sono fiero di dire che questo paese non mi rappresenta, anzi, mi fa vergognare. Oggi mi faccio schifo da solo perchè, nonostante tutto, non ho ancora fatto le valigie e salutato per sempre questo squallido gregge di pecoroni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.