E ora?

Adesso? Con i referendum andati in porto che succede? Pare nulla. Il nano continua a dire le solite scempiaggini, i cortigiani a ripetere le stesse nenie, i tribunali lavorano ma anche li non se ne vede la fine, il paese continua a vegetare mentre la corrente ci trascina dolcemente verso il baratro. Se non altro è stata una sferzata di entusiasmo. Ma quanto durerà? Vabbè, lasciamo perdere, in questo periodo sto rincorrendo un paio di sogni. Magari l’energia positiva che comincia a circolare mi facilita, magari questa volta è quella buona. Sto riorganizzando una delle attività lavorative, sto riorganizzando la casa, sto progettando il futuro. Vorrei fare un sei al superenalotto e sistemare, in un colpo solo, tutte le cose.