Attimo di Debolezza

La vita è buffa. Rimettevo un po’ d’ordine tra le mie cose e all’improvviso mi capita tra le mani un quaderno con delle cose scritte da te. Ne è passata di acqua sotto i ponti. Rileggendo quelle pagine mi chiedevo in che occasione fossero state scritte. Poi credo di aver capito. Sono state scritte dopo la prima vacanza a Londra. Ora, ironia della sorte, sto cercando i resti di quella vacanza per progettare un nuovo viaggio. Ne è passato di tempo……. Ci siamo rimessi insieme, sono passati anni, ci siamo lasciati e poi rimessi e infine di nuovo lasciati, questa volta definitivamente. Non ci rivolgiamo più una parola esattamente dal 23 maggio del 2005 però ricordo ancora quel giorno. La riunione incasinata in ufficio, il tuo tono al telefono, le cose che ci siamo detti quella sera….. la frase che ha posto fine a tutto “Non ti sei accorto che non riesco neanche più a dormirti vicino?”. Si, una parte di me se ne era accorto ma l’aveva messa da parte. Devo ammettere che fu una bella doccia fredda. Non me l’aspettavo. Anche se in fondo sapevo che non poteva durare. Un pò di tempo fà riflettevo sul fatto che tutte le ragazze di trani da giovani sono alternative e poi, crescendo, si uniformano ai fighetti di cui questa città abbonda. Credevo che tu fossi diversa dalle altre ma mi sbagliavo, ci sei arrivata solo un pò più tardi. Non riesco a credere che ti sto scrivendo una “lettera” anche se sò che tu non la leggerai mai. Non avrei mai creduto di pensare di nuovo a te fino a che non ho tirato fuori le foto fatte a Cadmen Town e non mi è ritornato alla mente ciò che ho provato quel giorno. Credevo di averti buttato fuori dalla mia vita invece bastarono pochi gadget di “Nightmare before xmas” a riportarmi alla mente la tua faccia. Non preoccuparti però, fu solo un attimo di debolezza che passò presto, proprio come passerà questo. Non ho nessuna intenzione di riavvicinarmi a te, nemmeno come amico. Hai fatto la tua scelta e, ormai, dovrai affrontarne le conseguenze. Ti conosco. Sò come sei fatta e ti auguro di cuore di scoprire presto come sono fatte le persone che tanto ti piacciono e che hai preferito a me. Io ho tantissimi difetti ma sono sempre stato sincero e ora vedrai se ti riuscirà di trovare questa cosa in altri tanto facilmente. Non ho più rimpianti ormai. Ho aperto gli occhi. L’unica cosa che vorrei fare ora è dimenticarmi di te e poterti guardare senza provare assolutamente nulla ma, come ho scritto, io sono sincero e per questo posso confessare che ciò che provavo era forte e non è facile da dimenticare, ma ti prometto che ci riuscirò. Non scambiare la mia sicurezza per arroganza, ciò che io ti ho dato nessuno mai riuscirà ad eguagliarlo e spero che te ne renderai conto prima o poi. Quando lo farai, però, sarà già troppo tardi. Ormai sono io che non sopporterei più di dormire con te.

Pubblicato
Categorie: Vendetta

Lascia un commento