Halloween: I Postumi

Sono morto più o meno verso le cinque e sono resuscitato all’una del giorno dopo. L’ultimo che lo ha fatto ci ha messo tre giorni, io otto ore. Bel record.
HalloweenScherzi a parte. Serata divertente. Abbiamo occupato il bancone del pub e monopolizzato l’attenzione dei baristi. Ballato a turni per non perdere il posto e consumato quantità industriali di birre. Siamo usciti tutti dal locale indossando i cappelli da strega che si ricevevano in regalo ogni tre pinte di birra. Abbiamo cambiato locale, un’altro irish pub, a trani, questa volta, quando siamo entrati sembravamo gli unni che invadevano l’europa. Fortunatamente il gestore è un amico e ci ha tollerato alquanto. Abbiamo portato nuova vita ( la serata li si avviava alla fine e la maggior parte delle persone era già andata via ) e ci siamo portati via qualche altra pinta a testa insieme a svariati giri di “Irish Mist”, un whiskey al miele buonissimo e un paio di giri di una tequila pregiatissima che costava 5 euro al bicchiere. usciti siamo andati tutti a casa mia per l’ultimo giro di “Matuzalem 15 anni gran riserva” ed altri tipi di sostanze. Durante la colazione che abbiamo fatto al bar sembravamo davvero dei morti che hanno attraversato e sono finiti nel mondo dei vivi. Sono anche riuscito a rispettare una promessa ma non dico quale. Quando mi sono alzato stamattina mi sentivo come se mi avessero preso a calci la testa e picchiato allo stomaco con una mazza. Oggi pomeriggio ero davanti al pc e sentivo di avere le facoltà intellettive di un verme, ho provato a fare un giochino stupido che ho trovato su internet: un test in cui tu dici che hai bevuto e lui classifica la tua sbornia. A me ha detto che avrei dovuto morire.

Pubblicato
Categorie: Trani, Vita

Lascia un commento