Wings for Marie

“Diecimila giorni è il lungo periodo di agonia che ha dovuto trascorrere Judith Marie Garrison, madre del cantante dei Tool Maynard James Keenan (da sempre poco incline, per non dire ostico, alla religione in generale e a quella cattolica in particolare). In seguito ad un ictus, infatti, la donna, moto credente e devota, è rimasta paralizzata per 27 anni fino al passaggio a miglior vita del 2003. E proprio a lei (ed al suo dolore) è dedicato questo nuovo disco dei Tool.”

10.000 Days

(Wings for Marie Pt. 2)

We listen to the tales and romanticize,

How we follow the path of the hero

Boast about the day when the rivers overrun,

How we’ll rise to the height of our halo.

Listen to the tales as we all rationalize

Our way into the arms of the savior

Fading all the trials and the tribulations,

None of us have actually been there,

Not like you…

The ignorant fibbers in the congregation

Gather around spewing sympathy,

Spare me…

None of them could even hold a candle up to you

Blinded by choices, hypocrites

Won’t see

But enough about the collective judas

Who could deny you were the one who illuminated

Your little piece of the divine

This little light of mine it gives your past unto me,

I’ll let it shine,

to guide you safely on your way

Your way home…

Ohh, what are they gonna do when the lights go down

Without you to guide them all to Zion?

What are they gonna do when the rivers overrun

Other than tremble incessantly?

High as a wave

But I’ll rise on up off the ground.

You are the light and the way

They’ll only read about

I only pray heaven knows

When to lift you out

10000 days in the fire is long enough.

You’re going home…

You’re the only one who can hold your head up high,

Shake your fist at the gates saying,

“I have come home now!”

Fetch me the spirit, the son and the father,

Tell them their pillar of faith has ascended.

“It’s time now!

My time now!

Give me my

Give me my wings!”…

Give me my (x5)

“Give me my wings”

You are the light, the way, that they will only read about

Set as I am in my ways and my arrogance

Burden of proof tossed upon non-believers.

You were my witness, my eyes, my evidence,

Judith Marie, unconditional one.

Daylight dims leaving cool flourescence.

Difficult to see you in this light.

Please forgive this bold suggestion:

Should you see your maker’s face tonight

Look him in the eye

Look him in the eye and tell him

I never lived a lie, never took a life,

But surely saved one

Hallejullah,

It’s time for you to bring me home.

10.000 Giorni

(Ali per Marie Parte 2) Ascoltiamo i racconti e idealizziamo di come seguiremo il sentieri dell’eroe

Ci vantiamo del giorno in cui i fiumi strariperanno,

di come ci innalzeremo all’altezza della nostra aureola.

Ascoltiamo i racconti perché tutti noi possiamo razionalizzare la nostra strada verso le braccia del salvatore che fa scomparire la sofferenza e le tribolazioni,

nessuno di noi è mai stato là,

non come te…

i fanfaroni ignoranti si riuniscono in comunità vomitando compassione,

risparmiami….

Nessuno di loro potrebbe nemmeno alzare una candela verso di te,

accecati dalle scelte, ipocriti, non vedranno

ne abbiamo abbastanza dei giuda collettivi

che potrebbero rinnegare che tu eri quello che illuminò

il tuo pezzetto di divino

questa mia piccola luce che porta il tuo passato fino a me

la lascerò splendere

affinché ti guidi in sicurezza sulla tua strada..

..la tua strada di casa…

Oh, che cosa faranno quando le luci si spegneranno senza che tu li guidi tutti verso Sion?

Che cosa faranno quando i fiumi strariperanno

Se non tremare incessantemente?

Alto come un’onda,

ma mi innalzerò.

Tu sei la luce e la via

Essi lo leggeranno soltanto

io prego solo che il cielo sappia quando innalzarti.

10.000 giorni nel fuoco sono abbastanza,

stai andando a casa…

sei l’unica che può andare a testa alta,

batti i pugni ai cancelli dicendo

“sono tornata a casa”

Andatemi a prendere lo spirito, il figlio, il padre,

dite loro che la loro colonna della fede è ascesa.

E’ tempo!

E’ il  mio tempo, ora!”

Dammi le mie

Dammi le mie ali…

Dammi le mie (X5)

Dammi le mie ali

Tu sei la luce, la via è ciò che leggeranno soltanto

Bloccato come sono nei miei modi e nella mia arroganza

Onere della prova lanciato sugli increduli.

Tu eri la mia testimone, i miei occhi, la mia prova,

Judith Marie, unica e assoluta.

La luce del giorno si attenua lasciando una fredda fluorescenza:

E’ difficile vederti in questa luce.

Per favore perdona questo mio audace consiglio:

se dovessi vedere il volto del creatore stanotte

guardalo negli occhi

guardalo negli occhi e digli

non ho mai vissuto nella menzogna, non ho mai tolto la vita a nessuno,

ma di sicuro ne ho salvato una

alleluia

E’ tempo che tu  mi porti a casa



A parte la solita fissa per i tool che ultimamente non mi molla, ho postato il testo di questa canzone perchè voglio dedicarla ad un’amica che ha sofferto la stessa perdita.

Lascia un commento