Amici

Con i miei amici ho un rapporto abbastanza forte, direi che li considero molto più che amici. Ogni tanto però, capita che ci siano delle incomprensioni. A volte ci si fraintende e si arriva quasi alla lite. Io, come ho già scritto altre volte, sono un convinto sostenitore delle libertà individuali, per cui,  se ho voglia di fare una cosa la faccio, semprechè questo non arrechi danno a  nessuno, sia ben inteso.  A volte però mi rendo conto che, agli altri magari non piace fare le stesse cose che piacciono a me, per cui mi cerco gente con cui condividere taluni interessi. Accade che, ogni tanto, qualcuno la prenda male. Voglio dire, il fatto che io abbia voglia di frequentare certi posti, vedere altra gente o semplicemente starmene tranquillo a casa non significa che abbia subito chissà quale cambiamento di idee o di opinioni, semplicemente mi sento di farlo. Il fatto che qualcuno si possa sentire offeso da ciò io non lo capisco. E’ vero che a volte si finisce con il perdersi di vista, ma credo che sia sempre una cosa temporanea, non indicativa di chissà quale problema. Io poi, odio dover spiegare le mie azioni, credo che se una persona mi conosce dovrebbe fidarsi e non costringermi a spiegazioni che, a me per primo, sembrano sempre pezze a colori, spesso faccio cose le cui cause sono da ricercare in motivi così privati che non mi và di farle sapere ad anima viva e se mi comporto in modo strano è solo perchè magari anche io posso avere i cazzi per la testa. Indipendentemente da tutto credo che più si ha stima di una persona è più facile è sentirsi offesi o “traditi” se questa persona si allontana o fà qualcosa che non ci piace ma credo pure che, proprio perchè di questa persona si ha stima, prima o poi su qualsiasi diverbio ci si debba mettere una bella pietra sopra e ricominciare da capo.

Pubblicato
Categorie: Trani, Vita

Lascia un commento