L’Uomo che avrei voluto essere #2

Ok.. sò che avevo promesso di parlare di Mr Satan ma il questo periodo mi sento meno “sanguinario” per cui… L’uomo che avrei voluto essere oggi è….. rullo di tamburi… Signori e Signore…..

Cristiano Godano

Voce e Chitarra dei Marlene Kuntz

Le cose che scrive.. parole e musica sono fantastiche. parole tipo….

Schiele, calma sensuale e lei,

come stregata

da un corpo scheletrito,

che posa ai suoi occhi con colpa fiaccata.

Scalda l’ambiente un camino,

che ha un fuoco sinuoso

e che volteggia senza peso

dove i suoi piedi stanno molli e a riposo.

Entro in quello che vedo

e la penso rivolta verso di me,

per un istante.

“Vedi lo stesso disegno?”

le chiedo giocando a far l’altro e non me.

Questa è poesia..  la descrizione delle sensazioni che si provano osservando un quadro, nel momento in cui ci si chiede se lo si percepisce nello stesso modo degli altri o ognuno ci vede una cosa diversa. Oppure…

quale fantasia perduta

o fiaba, raccontata

per avere il tuo sonno.

Dalle tapparelle un bel sole

riga di buonumore quel pulviscolo;

dentro sono avvinto e c’è amore

in groppi e batticuore: lo sentissi anche tu!

Anche quando parla di Rabbia.. evoca immagini. Un modo di scrivere che mi piace tantissimo

Dammi un’arma, Signore, voglio udire gli spari

voglio farne un po’ fuori…

e gia’ che faccio la lista ci metto dentro pure te che

con quella faccia mi basti.

IO VOGLIO FARE FUOCO SU DI TE

IO VOGLIO FARE FUOCO SU DI TE

Io sono fuori di testa? si sono fuori di testa!

Hai mica vosto volare il mio teschio, Signore?

Perche’ ho perso la testa

Ne potrei citare altri mille di versi cosi. Mi piacerebbe scrivere come lui, cantare come lui e suonare come lui.. è pure un bell’uomo… che altro potrei volere dalla vita?

Lascia un commento