Testamento Biologico

Si è parlato un sacco, in questi giorni, di testamento biologico. A parte che io credo che sia una cosa abominevole l’atteggiamento mostrato dai nostri politici e dalla chiesa in un caso come quello di Eluana, secondo me è SACROSANTO il diritto di decidere della propria vita. Si è parlato di testamento biologico con limiti, decidere di quali cure si può fare a meno, e già questo mi pare un abominio, si è parlato di validità legale solo in presenza di notaio e medico, come se chi non potesse permettersi di pagare non possa esercitare un suo diritto, altro ABOMINIO, quindi, siccome io sono un poveraccio, ma incazzato come una faina, pubblico qui il mio pensiero e quelle volontà che ESIGO siano prese in considerazione nel caso in cui non potessi esprimerle a voce se mai dovesse arrivare il momento.

Io, in pieno possesso delle mie facoltà mentali e senza nessun obbligo o costrizione dichiaro la mia precisa volontà di rinunciare a QUALSIASI tipo di cure mediche qualora la malattia o le condizioni fisiche siano considerate non migliorabili da alcuna terapia. Non voglio essere sottoposto ad idratazione, nutrimento o terapie mediche in caso di coma irreversibile o di sopraggiunta immobilità. In generale, se non dovessi essere in grado di smentire a mia voce quello che qui è scritto, desidero che si proceda ASSOLUTAMENTE all’interruzione di qualsiasi cura si ritenga di somministrarmi o di non essere forzato in alcuna azione che io non sarei in grado di compiere da me, tipo l’alimentazione, la respirazione o l’idratazione. Desidero che i miei organi vengano donati a gente che ne abbia bisogno e ringrazio fin da ora tutti quelli che si opereranno per rispettare queste mie volontà. Voglio precisare che la presente presa di posizione è, oltre ad una scelta compiuta in osservanza del mio modo di pensare, anche una presa di posizione politica, affinchè non sia vietato a me, e a tutti quelli che la pensano nello steso modo, il SACROSANTO diritto di decidere per la propria vita.

Voglio ricordare a tutti gli ipocriti che tanto si ergono a difensori della vita e possessori delle verità assolute i casi di aborto praticati dal nostro primo ministro, che mi fà schifo anche nominare, e il caso di papa Wojtyła a cui, per preciso volere del suddetto furono interrotte le cure praticando in tal modo la stessa cosa che vogliono impedire ad Eluana.  Prego quindi i suddetti di farsi vivamente e assolutamente i fatti Propri.

Pubblicato
Categorie: Raggio X

Lascia un commento